Abitazione Principale, assimilazioni, pertinenze

Abitazione principale

Ai sensi dell’art. 13, comma 2 del D.L. 201/2011:

Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.   Quindi l’abitazione principale deve essere costituita da una sola unità immobiliare ed il possessore deve effettivamente  risiedere nell’immobile, avervi la residenza e la dimora abituale.

 Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, l’aliquota e la detrazione per l’abitazione principale e per le relative pertinenze devono essere uniche per nucleo familiare indipendentemente dalla dimora abituale e dalla residenza anagrafica dei rispettivi componenti.

Assimilazioni all’abitazione principale

Si informa inoltre che ai sensi dell’art. 10 del vigente regolamento comunale sull’Imposta Municipale Propria e in applicazione della facoltà di cui all’art. 13 comma 10 del D.L. 201/2011 e successive modificazioni ed integrazioni si considerano direttamente adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente a condizione che la stessa non risulti locata.

Per poter usufruire di detta agevolazione il soggetto interessato dovrà presentare apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del DPR 445/2000. (vedi modello)

 Disposizioni relative agli ex coniugi

 Attenzione, il comma 12-quinquies dell’art. 4 del D.L. n. 16/2012 stabilisce che, ai soli fini dell’applicazione dell’IMU, l’assegnazione della casa coniugale al coniuge, disposta a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, si intende in ogni caso effettuata a titolo di diritto di abitazione. Ovvero l’ex coniuge assegnatario della casa coniugale è il soggetto passivo IMU (in relazione al quale si dovranno seguire le regole generali e al quale spettano le eventuali agevolazioni previste per l’abitazione principale e per le relative pertinenze).

 

Pertinenze abitazione principale

 Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo. Ovvero il contribuente può considerare come pertinenza dell’abitazione principale e quindi applicare l’aliquota relativa, soltanto una unità immobiliare per ciascuna categoria catastale diversa, fino ad un massimo di 3 pertinenze (una in  cat. C/2, una in cat. C/6 ed una in cat. C/7).