Detrazioni

DETRAZIONE PER ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE: EURO 200,00

La detrazione di imposta per l'abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinzenze è nelle misure previste dall'art. 13 della Legge 22 dicembre 2011, n. 214 di conversione del D.L. 06 dicembre 2011 n. 201 (quindi si intendono pertinenze di abitazione principale quelle rientranti nelle cat. catastali C/2, C/6 e C/7 nella misura massina di un'unità per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo).

Tale detrazione deve essere rapportata al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione; inoltre se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi in egual misura e proporzionalmente al periodo per il quale la destinazione stessa si verifica.

Per gli anni 2012 e 2013 è stato stabilito che la detrazione di euro 200,00 è maggiorata di E. 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni (la ulteriore detrazione spetta unicamente fino al compimento del ventiseiesimo anno di età e si decade dal beneficio dal giorno successivo a quello in cui si verifica l’evento), a condizione che lo stesso dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. L’ ulteriore detrazione non può superare E. 400,00, pertanto l’importo complessivo della maggiorazione non può risultare superiore a Euro 600,00.