Accesso documentale ai sensi della L. 241/1990

Accesso documentale ai sensi della Legge 241/1990

Per diritto di accesso si intende, in base alla normativa vigente,  il diritto degli interessati a prendere visione e ad estrarre copia di documenti amministrativi. Ne sono titolari tutti i cittadini, società,  associazioni,  compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi,  che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento di cui si chiede l'accesso. Per documento amministrativo  si intende ogni rappresentazione grafica,  fotocimenatografica,  elettromagnetica o di qualunque altra specie,  del contenuto di atti anche interni o non,  relativa ad uno specifico procedimento,  detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse,  indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro discliplina sostanziale. Tutti i documenti amministrativi sono accessibili,  ad eccezione di quelli previsti dall'art. 24 commi 1,2,3,4 e 5 della legge 241/1990 (cosiddetta fattispecie di esclusione di accesso),  tra i quali è contemplata l'esclusiome per la richiesta di accesso agli atti preordinata ad un controllo generalizzato  dell'operato delle pubbliche amministrazioni e,  per le istanze che,  ove soddisfatte,  possano pregiudicare il diritto alla riservatezza di persone fisiche,  persone giuridiche, imprese  e associazioni.

Fonti Normative:

Legge 241/1990 e successive modificazioni

D. Lgs. 267/2000 -  artt. 10 e 43

Decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000 - art. 38 e 59

D.Lgs 196/2003 Codice in materia di dati personali -  artt. 59 e 60

D. Lgs 82/2005 Codice dell'Amministrazione digitale -  artt.4, 12, 15, 52,65

D. Lgs 50/2016 Codice degli appalti - art. 53

Regolamento per il diritto di accesso agli atti e ai documenti amministrativi

Modelli:

Modello di Richiesta di accesso agli atti

Modello di richiesta  di intervento sostitutivo