Comune di Capalbio

La storia di Capalbio

La storia di Capalbio, come si desume dalle sue vestigia, emerge dall’antichità per caratterizzarsi poi nel Medioevo.
Dalla prima citazione nota, la Bolla Leonino Carolingia di Carlo Magno dell’805, attraverso l’Abbazia delle Tre Fontane, si giunge nel ‘200 al dominio degli Aldobrandeschi e poi degli Orsini.

Nel 1416 Capalbio passa alla Repubblica di Siena, vivendo un periodo di floridità e rinnovamento.
Nel 1532 fu occupata dalle truppe di Carlo V, per essere poi liberata con l’aiuto dei francesi.

Caduta la Repubblica di Siena, il territorio fu assegnato a Cosimo dei Medici, conoscendo l’inizio di una lenta decadenza, acuita anche dall’espandersi della malaria

Il passaggio ai Lorena segnò la perdita dell’autonomia con l’aggregazione a Manciano e, nel 1842, ad Orbetello, per poi essere annessa al Regno d’Italia nel 1860.
Questo di fine Ottocento rimane per certi versi uno dei periodi più originali, legato com’è all’epopea dei briganti, da cui echeggiano nomi ed episodi leggendari, uno su tutti quello di Domenico Tiburizi, mai domo, ucciso nel 1896 in circostanze misteriose ed altrettanto misteriosamente sepolto.
Il periodo seguente fu caratterizzato dal latifondo e dalla lenta ripresa, per passare poi alla Riforma Agraria degli anni Cinquanta e al conseguente ripopolamento, fino al recupero dell’autonomia amministrativa nel 1960.
A distanza di quarant’anni molte cose sono mutate e molte, fortunatamente, non lo sono sostanzialmente.
Da una economia prevalentemente agricola, che ha finito per scontare la generale congiuntura del settore, si è passati ad un indirizzo decisamente più turistico e terziario, potendo godere di un patrimonio naturale conservato nel tempo.

Grande impulso, in questo settore, quello ricavato da una ormai consolidata fama nazionale derivata dalle varie frequentazioni eccellenti di politici, intellettuali, giornalisti e personalità dello spettacolo, che hanno eletto a “buen ritiro” il centro storico e la campagna capalbiese, in virtù della bellezza e della tranquilla riservatezza dei luoghi.

Ultime notizie

Notizia

PATTO PER LA LETTURA, LA REGIONE TOSCANA COME CAPALBIO

Martedì 18 giugno, sarà sottoscritto il Patto per la lettura della Regione Toscana, un'occasione per rilanciare il "Patto di Capalbio per la lettura" a quasi due anni dalla firma e concludere l'iter di apertura della nuova biblioteca di Capalbio

Avviso

NUOVO CODICE DELLA STRADA

Si invitano i proprietari dei terreni confinanti con le strade pubbliche, dentro e fuori dei centri abitati, di attenersi a quanto previsto dall'Art. 29 del CDS (DL n. 285 del 30/04/1992).

Avviso

CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE CON FIGLI MINORI DISABILI GRAVI L.R. 73/2018 ART.5

Il 27 dicembre 2018 è stata approvata una nuova legge che ripropone per gli anni 2019-2021 il contributo regionale per famiglie con figli minori disabili gravi. Si tratta della Legge Regionale 73/2018 articolo 5. Le modalità e i requisiti sono gli stessi degli anni precedenti ed il termine di scadenza, è fissato al 30 giugno 2019.