Il Garante della comunicazione

La Legge Regionale Toscana n. 1 del 3 gennaio 2005,” Norme per il governo del territorio”, all’art. 19 stabilisce che “I Comuni, le Provinicie e la Regione garantiscono la partecipazione dei cittadini in ogni fase del procedimento di cui al capo II del presente titolo” (procedimenti per l’approvazione degli strumenti della pianificazione territoriale e degli altri atti di governo del territorio e loro varianti). A tal fine i comuni, le provincie e la Regione debbono provvedere alla istituzione di un Garante della Comunicazione.

Il Garante della Comunicazione, le cui funzioni devono essere disciplinate da un apposito regolamento comunale, “(…) assicura la conoscenza effettiva e tempestiva delle scelte e dei supporti conoscitivi relativi alle fasi procedurali di formazione e adozione degli strumenti della pianificazione territoriale e degli atti di governo del territorio e promuove, nelle forme e con le modalità più idonee, l'informazione ai cittadini stessi, singoli o associati, del procedimento medesimo.” (art. 20 comma 1 – LRT 1/05). 

Il Garante della Comunicazione “In sede di assunzione delle determinazioni provvedimentali per l’adozione ed approvazione degli strumenti e degli atti di governo del territorio (…)  provvede alla stesura di un rapporto sull’attività svolta” (art. 20 comma 2 – LRT 1/05).

Procedimenti in carico al Garante della Comunicazione:

 

Regolamento Urbanistico  

Si ccomunica che in data 10.03.2011 è scaduto il termine per la presentazione di contributi al redigendo Regolamento Urbanistico

Variante piano di Recupero n. 3 u.m.n.1 Capalbio Capoluogo Adozione

Avviso Garante della comunicazione

 

Apertura al Pubblico:
Lunedì, Mercoledì, Venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 12.00

Tel.: 0564897739
eMail:Scrivimi un'email



  •